Dalla parte del padre: "Burbero ma di cuore: di sicuro innocente". E lui si commuove

1 mese fa 31
DBR - Data Breach Registry Web tool

Sara, Samuele e Simone Severi non si risparmiano. Daniele, il padre, per l’ingranaggio della giustizia, è un imputato d’omicidio, accusato di aver tagliato la testa a suo fratello, allo zio Franco. Per loro "è un papà eccezionale. Un po’ burbero, ma sempre presente, sempre capace di sostenerti, psicologicamente, ma anche nei fatti concreti della vita".

Una manciata di metri divide il banco dei testi a quello di Daniele, l’imputato. E Sara fatica a non fissarlo (vulnerabilmente) suo padre. "Sono la sua principessa. Tra noi c’è sempre stato un rapporto dolcissimo. In ogni situazione della vita. Mi ha spinto a studiare, a fare il liceo, ad andare all’università. Ma mi ha anche insegnato che serviva lavorare durante gli studi, e così ho fatto. Per lui è faticoso esprimere i sentimenti. Ma con un abbraccio forte capisci subito che lui c’è sempre. Anche quando mio figlio s’è ammalato lui c’era sempre". La commozione della ragazza esplode in un lampo e contagia all’istante anche Daniele. Col fazzoletto s’asciuga le incaute lacrime. Gli avvocati della difesa, Massimiliano Pompignoli e Maria Antonietta Corsetti, dopo il preambolo sentimentale, virano sul punto: Sara l’hanno chiam...

Leggi tutto questo Articolo

Dalla parte del padre: "Burbero ma di cuore: di sicuro innocente". E lui si commuove