Nella casa museo di Dalla aggiunta la tastiera che suonò nell’ultimo concerto

1 mese fa 15
DBR - Data Breach Registry Web tool

Bologna, 4 marzo 2024 – Il viaggio nella casa museo di Lucio Dalla inizia da piazza dei Celestini. Davanti alla chiesa in cui Lucio fu battezzato, dove ancora l’ombra di Dalla si appoggia, catturata nell’opera di Mario Martinelli, che assomiglia a una ragnatela (‘ragno’ era uno dei tanti soprannomi del cantautore). Al 15 di via d’Azeglio, la targhetta del campanello recita ‘Comm. Domenico Sputo’.

E le visite della Fondazione Lucio Dalla, che avvengono il venerdì, il sabato e il lunedì fanno sempre il pieno. Ma da oggi, per l’81esimo compleanno di Lucio Dalla, ad aggiungersi alle stanze della casa, anche il suo studio, trasferito dal 42, con la tastiera suonata dal cantautore a Montreux, che conserva ancora la scaletta dell’ultimo concerto nella Stravinski Concert Hall, in cui suonò anche Attenti al lupo.

Sulla scrivania vicina c’è un pezzo del Muro di Berlino, davanti al quale compos...

Leggi tutto questo Articolo

Nella casa museo di Dalla aggiunta la tastiera che suonò nell’ultimo concerto