Bologna.press

Tutte le notizie su Bologna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie sulla città di Bologna ed Emilia Romagna.

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento; segui il nostro Feed!

Gianfrancesco Menani: “Braida, abbattare il simbolo del degrado per creare palestre e spazi sportivi”

“Abbattere il palazzo di via Circonvallazione 189, simbolo del degrado, e realizzare al suo posto palestre e centri di aggregazione per i giovani. E’ questo uno degli obiettivi principali che la mia giunta si porrà quando saremo alla guida di Sassuolo: il progetto non è facile da realizzare, sarà necessario un esproprio e la partecipazione di privati che vogliano investire sul futuro della città, ma i giovani hanno bisogno di spazi per lo sport e il quartiere Braida di essere riqualificato. Non è più tollerabile mantenere in piedi un simile obbrobrio sigillato ormai dieci anni fa e rimasto da allora a simboleggiare un passato che va superato completamente”. Così il candidato sindaco Ganfrancesco Menani annuncia una delle iniziative più importanti da mettere in campo in caso di vittoria il prossimo 26 maggio.


“Lo scorso sabato, nonostante il forte acquazzone che si è abbattuto su Sassuolo sono stato a visitare il quartiere Braida, uno dei luoghi su cui ancora c’è tanto lavoro da fare, insieme ai candidati della coalizione tra cui anche Stefano Bargi, consigliere regionale e candidato in consiglio comunale abbiamo incontrato e ascoltato tanti residenti della zona che ci hanno illustrato una volta in più le difficili condizioni di chi ancora vive in questo quartiere”, spiega il candidato.


“Quello che abbiamo in mente è un progetto di riqualificazione completa della zona, che però non può prescindere dalla demolizione di uno dei principali simboli del degrado di Sassuolo: il famigerato palazzo di via Circonvallazione 189”. Dopo essere stato sgomberato a causa delle precarie condizioni igieniche in cui versavano i locali e per le attività illecite che si svolgevano all’interno lo stabile venne dichiarato inagibile e sigillato. “Da allora sono passati dieci anni”, sottolinea Menani “ed è arrivato il momento di agire concretamente”.


Per Menani “lo spazio occupato dallo stabile deve essere utilizzato per creare punti di aggregazione giovanile da sviluppare intorno ai principi sani e costruttivi dello sport”. Quello che il candidato sindaco ha in mente “è un esproprio dello stabile, con conseguente abbattimento e la creazione al posto del palazzone fatiscente di un polo sportivo con palestre all’avanguardia e spazi adatti ai giovani”. Per realizzare questo progetto aggiunge Menani “dovremo realizzare un project financing che coinvolga i privati disposti ad investire in cambio della gestione degli spazi”.


Secondo Menani “sarebbe un modo per rispondere a diverse esigenze della città di Sassuolo a cominciare da quella dei più giovani e delle scuole a cui mancano palestre e spazi per lo sport”, spiega ancora. “Inoltre sarebbe una azione fondamentale per cambiare la faccia a questo quartiere su cui abbiamo a lungo lavorato, quando ero assessore”, aggiunge “e su cui vogliamo continuare a lavorare nei prossimi anni”.


Intanto per Menani proseguono gli incontri  con la cittadinanza: mercoledì appuntamento a Rometta Alta bar Rio, venerdì sera a Ponte Nuovo bar Gatti e ancora, nel quartiere di Montegibbio Circolo Boschetti.