Bologna.press

Tutte le notizie su Bologna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie sulla città di Bologna ed Emilia Romagna.

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento; segui il nostro Feed!

Lesioni personali ed estorsione, la Polizia di Bologna arresta quattro persone

La Squadra Mobile della Questura di Bologna ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna nei confronti di quattro cittadini bengalesi, indagati per i delitti di tentata estorsione e lesioni personali aggravate perpetrate nei confronti di un loro connazionale.


L’indagine trae origine dalla segnalazione telefonica della vittima, cittadino bengalese, che, la sera del 12 maggio scorso, dichiarava alla polizia di essere stato pesantemente aggredito da tre connazionali che poi si erano dati alla fuga a bordo di un’auto. L’uomo riferiva di essere stato colpito ripetutamente con calci, pugni e schiaffi dai tre aggressori, riportando lesioni guaribili in 12 giorni.


Gli agenti di polizia giunti sul posto sentivano alcuni testimoni, tra cui due amici della vittima che erano presenti all’aggressione che riferivano di conoscere gli aggressori.


Nei giorni successivi alla sopra descritta aggressione, i tre soggetti sospettati reiteravano ulteriori richieste di denaro nei confronti del denunciante, anche con la complicità di un quarto connazionale, provvedendo altresì a minacciarlo continuamente per mezzo del telefono, anche con messaggi intimidatori.


Sulla scorta degli elementi raccolti gli operatori della locale Squadra Mobile avviavano approfondite indagini volte all’esatta identificazione delle persone sospettate, mediante accertamenti sui loro indirizzi, attività lavorative, riconoscimenti fotografici e riscontri testimoniali.


Al termine delle attività investigative, l’Autorità giudiziaria, ritenuta la sussistenza delle esigenze cautelari, ha emesso i provvedimenti restrittivi degli arresti domiciliari nei confronti dei quattro indagati.


Bologna.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza