Bologna.press

Tutte le notizie su Bologna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie sulla città di Bologna ed Emilia Romagna.

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento; segui il nostro Feed!

Strutture nel DNA associate all’inibizione dei tumori

Sistema per rilevarle illustrato in uno studio firmato anche dall’Università di Parma e pubblicato su Nature Chemistry. Collaborazione con l’Università della California Riverside


PARMA – Come individuare particolari strutture nel DNA associate all’inibizione di forme tumorali? Un sistema per rilevarle è illustrato in uno studio pubblicato su Nature Chemistry che vede coinvolta l’Università di Parma in collaborazione con l’Università della California Riverside. Il campo è quello del DNA G4 strand sensing.


Il lavoro affronta la problematica irrisolta del riconoscimento e della classificazione di strutture complesse di DNA, con particolare riferimento alla presenza di G-quadruplex (G4). I G4 sono in grado di inibire l’azione enzimatica della telomerasi, che porta all’insorgenza di tumori, e quindi svolgono un ruolo importante nel controllo dell’espressione genetica di diversi oncogeni. Pertanto, le strutture G4 sono considerate attraenti target molecolari per terapie contro i tumori con nuovi meccanismi di azione.


Lo studio pubblicato, che vede tra i firmatari Roberta Pinalli e Enrico Dalcanale, docenti del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Ateneo, propone l’uso di un array di recettori molecolari accoppiati a fluorofori in grado di riconoscere e classificare le strutture G4 presenti nel DNA, in modo semplice e non invasivo, senza l’ausilio di leganti specifici per ogni tipo di oligonucleotide.


L'articolo Strutture nel DNA associate all’inibizione dei tumori sembra essere il primo su Emilia Romagna News 24.


Bologna.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza