Bologna.press

Tutte le notizie su Bologna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie sulla città di Bologna ed Emilia Romagna.

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento; segui il nostro Feed!

Uccide la moglie malata di Alzheimer

Dopo una vita insieme, e un ultimo periodo di cure costanti, non ha più sopportato la malattia della moglie, ha deciso di ucciderla e di andarsene assieme a lei. E’ stata la disperazione di Paolo Casolari, 80 anni, la causa scatenante della tragedia che si è consumata in un appartamento di via della Secchia, in zona Saffi. Con il suo fucile regolarmente detenuto, l’uomo ha sparato alla moglie la 74enne Luisa Minghè, che soffriva di Alzheimer ed era nel letto, poi ha rivolto l’arma verso se stesso e si è tolto la vita. In casa c’era anche la sorella 86enne di lui, Lidia che abita nello stesso appartamento. Dopo avere pranzato tutti e tre insieme come sempre, e dopo che i coniugi sono andati a riposare, è stata lei a sentire il rumore di due colpi provenire dalla loro camera e andando a controllare ha trovato i due corpi nel letto. Dopo l’allarme al 118 è intervenuta la Polizia, con la squadra Mobile e la Scientifica per i sopralluoghi. A quanto risulta, l’uomo non avrebbe lasciato biglietti, ma la dinamica dell’accaduto lascia pochi dubbi. Negli ultimi tempi Casolari era depresso e la coppia viveva praticamente chiusa in casa seguita dai servizi sociali che ogni tanto facevano loro visita, dicono le testimonianze raccolte tra i vicini, anche se lui ogni giorno andava a fare la spesa, anche ieri mattina.

Dopo la tragedia, Lidia Casolari ha deciso di passare comunque la notte nell’appartamento, verrà seguita dal Pris, ma sembra in buone condizione di salute.


L'articolo Uccide la moglie malata di Alzheimer proviene da TRC.